Dare voce alla storia. Un episodio della Seconda guerra mondiale narrato da quattro adolescenti

Ente Promotore

AITI (Associazione Italiana Traduttori e Interpreti) e STradE (Sindacato Traduttori Editoriali)

Scuole di riferimento

Superiori

Fascia di età

16-18 anni

Luogo

Un incontro preparatorio a scuola ed evento finale in una sede Bookcity il 17 novembre 2016

Numero massimo iscrizioni

4

Obiettivi e descrizione progetto

Obiettivi: ricostruire la narrazione autobiografica di un evento storico partendo dalle voci di quattro adolescenti; analizzare le differenze linguistiche dei quattro personaggi, basandosi anche sul confronto dell’originale inglese con la traduzione italiana. Durante un incontro preliminare in classe con un traduttore editoriale, verrà illustrato l’approccio professionale alla traduzione di un testo letterario e avviato il lavoro sul testo proposto. Il romanzo, ambientato nel gennaio del 1945, alla fine della Seconda guerra mondiale, è raccontato in prima persona dai quattro protagonisti in fuga dall’avanzata dell’Armata Rossa (Joana, lituana; Florian, prussiano; Emilia, polacca; Alfred, tedesco), che si alternano nella narrazione. A ogni classe verrà chiesto di leggere il racconto di un solo personaggio, focalizzando l’attenzione sulla sua storia personale ma anche sulle possibili interazioni con gli altri protagonisti. Tutte le classi avranno la possibilità di leggere, in inglese e in italiano, il primo brano dei quattro personaggi, per avere qualche indizio sullo sviluppo della storia. Nell’incontro finale – che avrà luogo in una sede esterna e a cui parteciperanno tutte le classi coinvolte – ciascuna classe darà voce al proprio personaggio e ne racconterà la storia, per integrarla con quella degli altri protagonisti e ricomporre il quadro completo di un racconto di solidarietà e di amicizia, che restano vive nonostante le tragedie della guerra.

Tempistiche

Un incontro preliminare a scuola (entro la metà di ottobre) ed evento finale in una sede esterna (17 novembre 2016, giornata che BookCity dedica alle scuole).

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore

Breve bibliografia di “strumenti” del traduttore; brani del romanzo tradotti e in originale; una copia del romanzo pubblicato per ogni classe.

Risultati Attesi

La produzione dei ragazzi sarà orale, l'improvvisazione di un racconto corale a quattro voci, quelle dei protagonisti del romanzo Ci proteggerà la neve di Ruta Sepetys, per ricomporre la storia di alcuni sfollati dell’Europa orientale, in fuga per l’avanzata dell’Armata Rossa alla fine della Seconda guerra mondiale, e dell'affondamento della nave tedesca Wilhelm Gustloff che avrebbe dovuto portarli in salvo.

Libro e Autore

Ci proteggerà la neve di Ruta Sepetys, autrice di Avevano spento anche la luna e Una stanza piena di sogni (Garzanti, traduzione di Roberta Scarabelli).