Formarsi negli spazi pubblici della città

Ente Promotore

Mariangela Giusti, Università degli Studi di Milano-Bicocca

Scuole di riferimento

Superiori

Fascia di età

14-15 anni, 16-18 anni

Luogo

Si terranno in alcune strade di Milano, partendo dallo spazio di fronte al Castello Sforzesco, sede di Bookcity

Numero massimo iscrizioni

2

Obiettivi e descrizione progetto

Negli ultimi due anni le città, le grandi stazioni ferroviarie europee (Milano, Vienna, Monaco…), i territori dell’Europa dell’Est, i confini fra Stati, le isole e il mare Mediterraneo sono stati così tanto attraversati da popolazioni di migranti e di rifugiati in fuga da guerre e in cerca di situazioni nuove di vita. Tutto questo ci dice che la formazione al pensiero interculturale avviene – nelle diverse età della vita - misurando noi stessi con gli spazi aperti, anche quelli più vicini a noi, accettando le sfide che la città ci pone, riflettendo, ponendosi interrogativi. Il libro Formazione e spazi pubblici. Competenze e metodologie interculturali dagli spazi di vita edito da Franco Angeli (2015), contiene riflessioni, occasioni di formazione e autoformazione che partono proprio da diversi spazi pubblici: alcune strade e piazze di Milano, ma anche l’isola di Lampedusa, un piccolo paese sulla Costa Brava, una stazione ferroviaria in India. A partire dal libro, si propongono due Laboratori per studenti delle scuole secondarie di secondo grado e una presentazione a più voci del libro.

Si propongono due laboratori didattico/educativi per le scuole secondarie di secondo grado. Precisamente:

Sguardi altrove: attraversare i crocevia metropolitani con sguardo interculturale - Studenti dei bienni e trienni, Ist. Secondari di secondo grado (max 25 studenti). Docente: prof.ssa Anna Chiara Lugarini. Il 17 novembre, gli studenti si daranno appuntamento con il/la loro docente e la prof.ssa Lugarini in un luogo convenuto (può essere per esempio il luogo centrale di BOOKCITY 2016, cioè di fronte al Castello Sforzesco) e da lì partono per un vero percorso di conoscenza e consapevolezza attraverso alcune strade della città di Milano.

Mappe geo-emotive: sviluppare competenze interculturali negli spazi urbani - Studenti dei bienni e trienni, Ist. Secondari di secondo grado (max 25 studenti). Docente: dr. Giovanni Colombo. Il 17 novembre, gli studenti si daranno appuntamento con il/la loro docente e il dr. Colombo in un luogo convenuto (può essere per esempio il luogo centrale di BOOKCITY 2016, cioè di fronte al Castello Sforzesco) e da lì partono per un vero percorso di conoscenza e consapevolezza attraverso alcune strade della città.

Tempistiche

Per ciascun laboratorio deve essere previsto un tempo di almeno tre ore.

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore

Non abbiamo libro, ma possiamo portare fotocopie dei saggi che fanno da base all'attività.

Risultati Attesi

Gli studenti di ciascun laboratorio saranno invitati a scrivere in forma riflessiva.

Libro e Autore

Mariangela Giusti, Formazione e spazi pubblici. Competenze e metodologie interculturali dagli spazi di vita, FrancoAngeli, 2015

Note

Si può prevedere un incontro di presentazione del libro a più voci: Mariangela Giusti e alcuni degli Autori e Autrici i cui contributi di ricerca sono nel libro stesso. In questo caso il pubblico di riferimento sarà costituito da insegnanti e studenti delle quarte e quinte degli Istituti Secondari di secondo grado.