I laboratori raccontano i diritti dell’infanzia - Medie

Ente Promotore

Mariangela Giusti Università degli Studi di Milano Bicocca

Scuole di riferimento

Medie

Fascia di età

11-13 anni

Luogo

Numero massimo iscrizioni

2

Obiettivi e descrizione progetto

Il progetto nasce dal libro Forme Azioni Suoni per il diritto all’educazione. I Laboratori nella formazione di insegnanti e educatori a cura di Mariangela Giusti, edito da Guerini (nuova edizione 2015). Il punto di partenza e di riferimento costante è la Convenzione Internazionale sui diritti dell’Infanzia, approvata dall'ONU il 20 novembre 1989. BOOKCITY 2016 si svolgerà nei giorni del 27esimo anniversario della firma della Convenzione. Pertanto, proporre questa iniziativa per le scuole ha un doppio significato: 

a) offrire la possibilità di conoscere più da vicino un libro; 

b) ricordare ai ragazzi l’importanza della Convenzione sui diritti. Il libro s’ispira all’idea di una scuola inclusiva; ha l’obiettivo di coniugare il diritto all’educazione di tutti gli allievi con le effettive potenzialità di educatori e insegnanti; descrive e fornisce vari modelli di laboratori formativi e didattici, ideati e condotti da educatori esperti. 

Si propone un percorso di incontri ludici e creativi sul diritto all’educazione e sulla legalità. Le educatrici (ideatrici e autrici di parti del libro) condurranno alcuni laboratori nelle scuole. Ogni laboratorio potrà avere un massimo di 25-30 partecipanti (una classe). I laboratori si potranno svolgere dal 2 ottobre al 19 novembre. 

Si propongono diversi laboratori didattico/educativi, per la scuola secondaria di 1° grado:

A) Imparare chi sei dai mattoncini LEGO, dr. L. Spagnoli

B) Gli strumenti che danno voce, dr.ssa Marta Franchi

Si può prevedere un incontro conclusivo in un luogo grande fornito da Bookcity (dove possano entrare molte classi di scuola secondaria di primo grado e del biennio di scuola secondaria di secondo grado) sulla tematica della Convenzione internazionale sui Diritti dell’infanzia.

Tempistiche

Per ciascun laboratorio deve essere previsto un tempo di almeno tre ore

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore

Non abbiamo copie del libro da mettere a disposizione, possiamo però fare delle fotocopie dei vari lavoratori.

Risultati Attesi

Ciascuna classe coinvolta nei cinque laboratori dovrà produrre dei materiali riflessivi o nella forma del disegno o della fotografia o del testo scritto

Libro e Autore