La guerra di mafia

Ente Promotore

Fondazione ISEC (Istituto per la Storia dell'Età Contemporanea) in collaborazione con

Scuole di riferimento

Superiori

Fascia di età

16-18 anni

Luogo

Villa Mylius | Largo La Marmora 17 | Sesto San Giovanni. MM1 Sesto Rondò

Numero massimo iscrizioni

6

Obiettivi e descrizione progetto

Antonio Calabrò, giornalista e scrittore, incontrerà gli studenti per parlare loro di cosa significa "guerra di mafia", a partire dal suo libro "I mille morti di Palermo. Uomini, denaro e vittime nella guerra di mafia che ha cambiato l'Italia". L'autore ne parlerà con Lorenzo Frigerio, Coordinatore nazionale della Fondazione Libera informazione. L'autore, a partire dalla sua esperienza come capo-redattore de "L'Ora", racconterà la guerra di mafia che nei primi anni Ottanta ha insanguinato Palermo. A partire da una cronaca incalzante e documentata dei fatti, gli studenti saranno invitati a ragionare su cosa era ed è la Mafia, un'organizzazione oggi apparentemente in parziale disarmo, ma che, come affermava Leonardo Sciascia, è da temere proprio quando non spara.

Tempistiche

Giovedì 17 novembre 2016: incontro di due ore con Antonio Calabrò e Lorenzo Frigerio

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore
Risultati Attesi

I materiali e le riflessioni eventualmente prodotti dagli studenti a seguito dell'incontro saranno esposti presso i locali di Fondazione ISEC e resi visibili al pubblico.

Libro e Autore

Antonio Calabrò, "I mille morti di Palermo. Uomini, denaro e vittime nella guerra di mafia che ha cambiato l'Italia" (Milano, Mondadori, 2016)