Il mio Nottario: raccontare i sogni in classe - Formazione docenti

Ente Promotore

Moretti & Vitali Editori, Eva Pattis Zoja, Liliana Liturri

Scuole di riferimento

Elementari

Fascia di età

6-7 anni, 8-10 anni

Dedicato a

Aperto

Luogo

Laboratorio Formentini per l'editoria

Numero massimo iscrizioni

80

Obiettivi e descrizione progetto

Il mio Nottario è un progetto di espressione creativa sperimentato per quattro anni consecutivi in una Interclasse della scuola primaria “De Gasperi” di Noicàttaro-Ba, articolato con rigore metodologico intorno all’obiettivo di dare al bambino la possibilità di raccontarsi in modo autentico, di comunicare il mondo interiore in uno spazio libero e protetto di non competizione, sottraendolo all’ansia spesso provocata dalla molteplicità degli impegni e degli stimoli virtuali che invadono la vita quotidiana. 

L’ora dei sogni in classe, vissuta dai bambini con entusiasmo e grande coinvolgimento emozionale, è un appuntamento settimanale da dedicare alla conoscenza di sé e dei compagni, all’espressione di turbamenti, conflitti, paure, fantasie e desideri emergenti dalle immagini oniriche, che, rielaborati e «digeriti» attraverso il racconto e la rappresentazione iconografica, si avviano verso una soluzione, come in una «terapia» naturale. 

I sogni sono raccolti in uno “scrigno” che resta a scuola sino al termine del ciclo scolastico. Gli insegnanti non svolgono la funzione di psicologi e non interpretano i sogni, hanno solo da mettere in gioco la loro sensibilità pedagogica; e poi, da godersi momenti di grande intensità emotiva che creano una relazione nuova con i piccoli e fanno emergere la bellezza delle diversità individuali. Docenti, bambini e genitori sono tenuti a rispettare precise regole, finalizzate all’andamento costruttivo e sereno del percorso, che può essere replicato in qualunque realtà scolastica, senza apparecchiature e senza costi. 

Il progetto è ampiamente illustrato nel libro "Il mio Nottario. L’ora dei sogni in classe", Ed. Moretti & Vitale, di Eva Pattis Zoja e Liliana Liturri. Tuttavia la lettura del testo va integrata con una breve formazione (circa tre ore), utile a evidenziare i nuclei fondanti del percorso.

Tempistiche

24 novembre 2017 e 11 aprile 2018

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore

Una copia gratuita del libro “Il mio Nottario” per ogni istituto scolastico che si iscrive. Il seminario proposto include – oltre alle spiegazioni teoriche e pratiche - una simulazione dell’ ”ora dei sogni in classe”, così che gli insegnanti sperimentino le modalità di conduzione del percorso.

Risultati Attesi

Coinvolgimento dei docenti nell’adozione di un percorso creativo che offre

  • ai bambini l’opportunità di allenare l’intelligenza emotiva, incuriosendosi del proprio mondo interiore e imparando a gestire paure e conflitti inspiegabili;
  • agli educatori la possibilità di arricchire il piano formativo, affiancando agli apprendimenti disciplinari un “tempo” e uno “spazio” in cui far sperimentare agli alunni la conoscenza di sé e degli altri e relazioni interpersonali più autentiche.

La raccolta delle rappresentazioni iconografiche dei sogni diventerà per i bambini una sorta di storia personale, immaginaria eppure realistica, da sfogliare nel tempo.

Libro e Autore

"Il mio Nottario. L'ora dei sogni in classe", di Eva Pattis Zoja e Liliana Liturri

Note

La formazione è curata dalla psicoanalista Eva Pattis e dall'ins. Liliana Liturri ed è rivolta agli educatori, in particolare ai docenti di scuola primaria. Il progetto è realizzabile dalla prima alla quinta classe; in qualunque classe sia avviato, richiede continuità: l’ora dei sogni in classe diventa per i bambini un appuntamento “irrinunciabile”.