Ma cosa vuoi cambiare!

Ente Promotore

IPOC editore scienze umane

Scuole di riferimento

Superiori

Fascia di età

16-18 anni

Dedicato a

Scuole della città metropolitana

Luogo

A scuola

Numero massimo iscrizioni

4

Obiettivi e descrizione progetto

Vecchie e nuove generazioni sembrano oggi accomunate dal medesimo senso di impotenza e di rinunzia: il mondo è storto e non ci si può fare nulla. Bisogna rassegnarsi a cavarsela da soli navigando a vista, evitando il peggio. Oppure ha senso impegnarsi esistenzialmente, socialmente e politicamente? E perché? La lettura del testo traccia possibili vie operative attraverso cui iniziare, da subito, a cambiare qualcosa: far pensare per agire, in vista della giustizia “completa”, dare a tutti la possibilità di essere felici già sulla Terra. Una via operativa, dunque, che si snoda attraverso proposte di impegno personale, sociale e politico, quelle che donano felicità a se stessi e agli altri, che rendono la propria vita attiva e piena.

Tempistiche

Secondo le necessità dell'insegnante. Il percorso è consigliato classe per classe, al fine di permettere il confronto tra i ragazzi e l'insegnante. 

Qualora ritenuto utile, il dott. Condemi, dottore in Scienze dell'Educazione, potrà affiancare l'insegnante. L'autore del libro, vivendo in Sicilia, non potrà essere presente.

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore

Copia del libro verrà inviata gratuitamente agli insegnanti. 

Risultati Attesi

La rielaborazione in forma scritta dei contenuti scaturiti dalla lettura del libro, dal confronto con i coetanei dalla discussione in classe.

Libro e Autore

"La rivoluzione, ma a partire da sé" di Augusto Cavadi.

Note

Si raccomanda la lettura del testo da parte del singolo studente della classe.