A scuola di felicità

Ente Promotore

Centro Amamente

Scuole di riferimento

Superiori

Fascia di età

16-18 anni

Dedicato a

Progetto aperto

Luogo

Fuori da scuola - Centro Amamente, Viale Monza 91, Milano

Numero massimo iscrizioni

4

Obiettivi e descrizione progetto

Ognuno di noi ha dentro di sé un seme… Un seme resiliente, autoconservativo, pronto a trasformarci in ciò che siamo destinati ad essere: dei fiori meravigliosi! Nei momenti di difficoltà quel seme è come se fosse addormentato, nascosto, non visto, non ascoltato, come se il nostro seme non avesse la forza generativa di trasformarsi. Ciò che il Centro propone è l’allenamento ad innaffiare il nostro seme, a prendercene cura, mostrandoci al mondo e sostenendo, con attenzione amorevole, ascolto ed accettazione, i piccoli semi degli alunni, dei pazienti, dei clienti che abbiamo la fortuna di avere in carico. Il viaggio del seme che si trasformerà in fiore e poi in frutto, è una metafora semplice ma efficace che permette di fare esperienza di tematiche che possano sostenere il personale percorso di crescita attraverso l'analisi e l'esperienza degli archetipi mensili che si susseguono nel ciclo stagionale. Ogni momento del ciclo annuale è importante da sostenere così come è importante sostenere gli alunni nelle fasi del ciclo vitale. Gli ultimi anni delle scuole superiori sono fondamentali per l'autodeterminazione personale, ci si prepara a "mostrarsi al mondo", a decidere per il proprio futuro. Queste tematiche vengono affrontate ogni anno nel ciclo stagionale, in Novembre e in Marzo, da qui la descrizione degli incontri. Novembre: La natura e la sua trasformazione. La terra senza giudizio accoglie i doni ricevuti dagli alberi e grazie alle piogge autunnali e al vento di Novembre inizia il processo di trasformazione che la muterà in terreno fertile e morbida coperta per il nuovo seme che varrà. Durante il lavoro in sala sperimenteremo la trasformazione delle emozioni, aiutati degli insegnamenti che la Natura intorno a noi ci offre. In una prospettiva positiva, in cui ogni elemento che c'è è risorsa da accogliere, esperiremo le nostre emozioni senza giudizio e scopriremo le loro qualità positive. La natura insegna ad accogliere, la natura insegna a trasformare e noi, attraverso giochi teatrali, faremo esperienza di come possiamo esser gli artefici del nostro cambiamento e dunque del nostro destino. Marzo: La Natura, un bocciolo che si prepara a mostrarsi. Questo è un mese davvero speciale, è il momento prima della manifestazione della primavera, come per gli studenti che si apprestano a terminare le scuole superiori. È la vigilia di un evento visibile e meraviglioso che va preparato con cura, come quando si prepara una cena per qualcuno di speciale, come quando ci si appresta a partire per un viaggio desiderata da tanto. La Natura è in movimento, un movimento che da intrinseco diventa estrinseco, la nascita del futuro nuovo fiore - l'età adulta - si muove da dentro a fuori. Il processo è già iniziato e noi insieme a lui stiamo per mostrare la bellezza che siamo, che abbiamo immaginato, curato, nutrito nei mesi invernali. Durante l'incontro ci alleneremo a guardare al nostro nuovo fiore ancora nascosto, lo vedremo e lo sosterremo per farlo emergere. La natura è il nostro modello positivo e noi impareremo ad esserlo nelle nostre vite. Ci prepareremo dunque a mostrarci per ciò che siamo, grazie a gesti espressivi e creativi. Quali sono i nostri talenti? Quali i nostri valori? Di che colore è la nostra gemma? Quale il suo profumo? Scoprendo la meraviglia che siamo, saremo capaci di vedere la meraviglia dell'altro che sboccerà a breve grazie alla nostra predisposizione all'accoglienza e l'empatia.

Tempistiche

Per ogni classe verrà riservato un incontro della durata di 2 ore, le date e gli orari disponibili sono: il 10 novembre e il 2 marzo dalle 09:00 alle 11:00 e dalle 11:30 alle 13:30. Gli incontri si terranno presso la sede del Centro Amamente a Milano in Viale Monza, 91, comodamente raggiungibile con la Metropolitana linea Rossa fermata Rovereto.

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore
Risultati Attesi
Libro e Autore
Informazioni utili per gli insegnanti

Il laboratorio è aperto a tutti gli studenti delle classi quarte e quinte superiore. Gli insegnanti, se lo desiderano, possono partecipare attivamente all’incontro con i propri ragazzi.