Comunicazione e ipnosi

Ente Promotore

Gruppo Albatros Il Filo

Scuole di riferimento

Superiori

Fascia di età

14-15 anni, 16-18 anni

Dedicato a

Progetto aperto

Luogo

A scuola

Numero massimo iscrizioni

5

Obiettivi e descrizione progetto

Questo progetto si prefigge tre obbiettivi fondamentali:

  1. Fornire una visione completa sul potere della Comunicazione Verbale, Non Verbale, sull’ipnosi di massa (esercitata soprattutto dai media) e sull’influenza che queste discipline esercitano sulla quotidianità delle persone e sulle loro scelte esistenziali;
  2. Apprendere le regole fondamentali per imparare ad impostare la propria Comunicazione con gli interlocutori dopo un’analisi attenta in merito alla Comunicazione Verbale ma soprattutto Non Verbale che essi ci esprimono inconsciamente;
  3. Fornire un Nuovo Punto di Vista, una nuova Filosofia di Vita (fatta di regole e di concetti reinterpretati in chiave positiva come la paura, la solitudine, il fallimento) che punta ad una conoscenza profonda di sé al fine di gestire al meglio la realtà circostante e favorire una quotidianità lucida e serena.

Gli argomenti trattati verteranno sulla realta’ che ci circonda, l’inconscio e i 5 sensi.

  • I costruttori della nostra realta’: non vediamo le cose come sono bensì le vediamo come siamo;
  • I fattori che influenzano la costruzione della realta’ durante la crescita: la famiglia, la scuola, la religione;
  • La comunicazionetramite il linguaggio del corpo: lo sguardo, la respirazione, il tempo, il silenzio, il sorriso!
  • Tecniche di comunicazione ed ipnosi, il cervello e le dinamiche della mente: regole fondamentali per capire un interlocutore.
  • La comunicazione ipnotica: l’ipnosi e l’ipnosi nella quotidianità.
  • Un nuovo punto di vista, una visione globale per comprendere il ruolo individuale: riflessioni terrestri, cosa faresti se tu potessi decidere sulle sorti di un Pianeta?
  • Essere piu’ bravo degli altri? meglio distinguersi.
  • Desiderare: quando il peso di una parola si può conoscere solo attraverso il fascino della sua storia.
  • La paura: un fattore che domina gli esseri viventi ma che si piega di fronte alla Consapevolezza.
  • Il fallimento: Un profondo atto di coraggio che punta dritto alla soluzione.

La scuola, è uno degli elementi determinanti per la crescita di un individuo. A scuola il ragazzo passa la maggior parte del proprio tempo ed in questo tempo esso matura in sé il suo modo di stare nella comunità, i suoi gusti, il suo modo di difendersi, la sua civiltà ed educazione. Su questa considerazione, il professore o la professoressa diventano non solo coloro i quali devono stimolare l’allievo allo studio della loro materia, ma saranno dei veri e propri motivatori alla vita, alla cultura, alla civiltà per ognuno dei propri allievi. Per fare tutto ciò, entrambe la parti devono avere una visione molto lucida in merito alla comunicazione, al suo peso ed all’influenza che essa esercita sul prossimo. Con questo intervento voglio far si che questa nuova consapevolezza in merito alla comunicazione favorisca un nuovo legame docente-allievo, la motivazione giusta al docente per insegnare con maggiore coinvolgimento e passione e fornisca all’allievo le basi solide di comunicazione affinché se ne possa non solo incuriosire ma ne trovi l’efficacia durante la propria quotidianità e questo favorirà una migliore crescita personale ed interiore. Comunicazione e comportamento sono discipline che andrebbero introdotte nell’orario scolastico fin dalle scuole primarie al fine di crescere nuove generazioni più consapevoli, civili e colte.

L’insieme degli argomenti vedrà una vera e propria fusione tra scienza, spirito e filosofia con l’obbiettivo di fornire una nuova consapevolezza in merito ai legami che ci uniscono alla realtà che ci circonda.

Tempistiche

Si tratta di un incontro della durata di circa 2 ore in data da definirsi.

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore
Risultati Attesi

Libro

Libro e Autore

"Un nuovo punto di vista" di Luca Lobina

Necessità tecniche
Proiettore