“Il Mercante di Venezia” 2 - Medie

Ente Promotore

Associazione Cuore in Pezzi

Scuole di riferimento

Medie

Fascia di età

11-13 anni

Dedicato a

Scuole della città metropolitana

Luogo

Fuori da scuola - Teatro Centro Asteria Piazzale F. Carrara, 17 20141 Milano

Numero massimo iscrizioni

14

Obiettivi e descrizione progetto

Contenuti: Questo spettacolo è la riproposta, rivista e aggiornata, della nostra messa in scena del 2009 della famosa commedia scritta da Shakespeare, basata sulla contrapposizione tra due luoghi fondamentali: l’Isola di Belmonte, un’isola inventata da Shakespeare, regno della leggerezza e della tranquillità, del vivere senza i problemi legati al vile denaro, contrapposta alla pesantezza e volgarità di Venezia, preda invece dei mercanti, dei tribunali e del valore attribuito ai soldi. Nella nostra riduzione abbiamo posto l’attenzione soprattutto sulla distinzione tra l’amicizia che lega Antonio al suo amico Bassanio e la solitudine di Shylock che invece, a causa del suo lavoro, amici non ha. Tra la generosità di Antonio e l’avarizia e mancanza di pietà d’animo di Shylock. Ma anche tra il comportamento malevolo di Antonio e dei suoi amici nei confronti di Shylock e le argomentazioni a favore dell’uguaglianza tra tutti gli uomini, portate da quest’ultimo. Fino a dimostrare, nel finale, che forse c’è un senso di “giustizia” che va al di là di qualunque legge e di qualunque credo, ed è la necessità di una fratellanza universale, senza interessi. 

Descrizione dello spettacolo: Bassanio si reca da Antonio, un ricco mercante suo caro amico, per chiedergli in prestito dei soldi. Ha infatti un piano: corteggiare la bella Porzia, la ricca dama che abita sull’isola di Belmonte, sposando la quale potrà sistemarsi. Antonio gli consiglia di recarsi da Shylock, un usuraio che presta denaro per interesse, facendo il suo nome come garanzia di pagamento. Bassanio ottiene così il prestito da Shylock, ma i due firmano un accordo terribile: se allo scadere del contratto, dopo tre mesi, Antonionon avrà restituito a Shylock i suoi soldi, la penale sarà il diritto di Shylock di prendersi una libbra di carne dal corpo di Antonio, condannandolo, di fatto, a morte. Nonostante l’opposizione di Bassanio Antonio, sicuro di sé accetta. Bassanio prende i soldi e parte per Belmonte. Belmonte è un’isola non lontana da Venezia dove vive la bella Porzia, insieme alla sua damadi compagnia: Nerissa. Porzia deve sottostare al volere di suo padre defunto, che la costringe in sposa solo a colui che saprà risolvere l’enigma dei tre scrigni (uno d’oro, uno d’argento e uno di piombo). Molti pretendenti tentano la sorte, ma tutti falliscono. Finché arriva Bassanio, accompagnato dal suo servitore Lancillotto e dal suo amico Graziano, che ha successo, svela l’enigma degli scrigni e quindi ha il diritto di sposare la bella Porzia. Anche Graziano nel frattempo si è innamorato di Nerissa, e decidono di festeggiare insieme le nozze. 

Ma intanto cosa accade a Venezia? Sono passati ormai tre mesi da quando Bassanio è partito e il contratto con Shylock è scaduto. Antonio ha perso in mare tutte le sue navi e non può pagare il debito e Shylock pretende a tutti i costi di avere la sua penale, ovvero la libbra di carne. Bassanio viene informato della situazione di Antonio e Porzia si offre di aiutarlo dandogli i soldi di cui ha bisogno per liberare l’amico, ma tutti sanno che Shylock non cambierà idea, accecato dal suo desiderio di vendicarsi di Antonio. Porzia allora imbastisce un ingegnoso piano. Lei e Nerissa si travestiranno da avvocati e si recheranno di nascosto da tutti in tribunale, peraiutare Antonio a difendersi. La scena finale si svolge alla presenza del Doge, l’autorità più potente di Venezia: per la prima volta i personaggi dell’Isola di Belmonte e quelli di Venezia sono riuniti, per difendere Antonio, ma soprattutto per difendere un valore che sta sopra ogni cosa, perfino sopra la giustizia: la clemenza. Ma cos’è la clemenza? Riuscirà con il suo stratagemma la bella e furba Porzia a salvare Antonio? Tutto è bene quel che finisce bene.

L'Associazione: Dal 1996 la Compagnia amatoriale “Cuore in Pezzi”, convinta che si possa cominciare a seminare l'amore per la cultura fin da bambini, si cimenta in spettacoli che abbiano come oggetto testi classici riadattati ad un pubblico di giovani e giovanissimi. Attraverso il divertimento, ma rimanendo fedeli all’originale,presentato negli scorsi anni testi come: "D’Artagnan e i tre moschettieri", "I nostri Promessi Sposi", "Il Mercante di Venezia", "Non solo Iliade", "Ulisse: il ritorno a Itaca"," ladivina.com", "Vietato leggere!" (tratto da Fahrenheit 451), "La vera storia di Dracula", “I nostri Promessi Sposi 2”. Obiettivo della Compagnia è anche quello di raccogliere fondi, attraverso l’offerta degli spettatori, da devolvere in beneficenza a progetti umanitari rivolti soprattutto ai bambini. Dal 2007 la Compagnia si è costituita in Associazione culturale è patrocinata dal Municipio 5 di Milano.

Tempistiche

Giovedì 15 Novembre 2018 ore 11.30

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore
Risultati Attesi
Libro e Autore

“Il Mercante di Venezia” di W. Shakespeare

Informazioni utili per gli insegnanti

Le classi che non dovessero riuscire ad iscriversi al progetto possono partecipare ad uno spettacolo aggiuntivo che si terrà Venerdì 16 novembre 2018 alle ore 11.30 organizzato sempre presso il teatro del Centro Asteria con biglietto di 6 € per studente. 

Solo per questo spettacolo aggiuntivo info e prenotazioni presso Centro Asteria: 02.8460919. 

Solo per gli insegnanti interessati: collegato allo spettacolo, c’è la possibilità di prenotare un laboratorio a pagamento che si terrà a scuola nel mese di Ottobre. Il tema è: “Contrapposizioni”. Durata 1 ora. Gli appuntamenti verranno concordati con gli interessati al momento della prenotazione. Interverranno in classe la sceneggiatrice e un componente della Compagnia. Il costo del laboratorio è di 3 € a studente. È richiesta la prenotazione di almeno 2 classi per scuola. Prenotazioni presso Centro Asteria: 02.8460919.