Alla scoperta di Tan Bogoraz, scrittore, etnologo, artista russo

Con Luciana Vagge Saccorotti e Antonio Guerci

Vladimir Germanovič Bogoraz appartiene a quella pleiade di scrittori russi realisti della fine dell’Ottocento tra i quali occupò un posto particolare, facendo conoscere al lettore russo l'esistenza degli aborigeni siberiani.  Tan, come si firmava nelle opere letterarie Vladimir Germanovič Bogoraz, è uno scrittore sconosciuto ai più e tradotto per la prima volta in italiano dalle edizioni Oltre. Dopo svariati arresti per le sue posizioni politiche alla fine fu mandato in esilio a Srednekolymsk nella Siberia estrema e desolata, dove si dedicò allo studio delle popolazioni aborigene con le quali condivideva le condizioni di vita durissime. I suoi materiali etnografici cominciarono a essere conosciuti e apprezzati, tanto che nel 1895 ebbe, dalla Sezione orientale della Società Geografica Russa, l’invito a partecipare a una spedizione per lo studio dei Čukči del Kolyma. Egli fece 'letteralmente' scoprire al lettore russo un mondo sconosciuto. Tornato in Russia, dopo aver vissuto a lungo negli Stati Uniti, si dedicò  alla difesa dei diritti delle popolazioni autoctone del Nord. Bogoraz morì nel maggio del 1936. I romanzi e i racconti di Tan sono ricchi di interessanti osservazioni di carattere psicologico ed etnografico, dovute sia al suo acuto sguardo scientifico che alle sue doti di artista.

Le otto tribù è il suo romanzo principale che racconta la vita di quelle popolazioni. La trama è avvincente, il racconto delle vicende degli eroi è originale, inaspettato e strano, e si stampa nella memoria come un quadro raffigurante un popolo fino allora sconosciuto. Nel romanzo, come nei due racconti che corredano il libro, l'anima dell'etnografo Bogoraz si fonde con quella dell'artista, il cui compito è quello di inserire scene di vita nelle descrizioni etnografiche.

Luciana Vagge Saccorotti, traduttrice dal russo e studiosa dei popoli aborigeni artici e subartici, ricercatrice e consulente scientifica del progetto "Carta dei Popoli Artici", inserito nel programma dell’International PolarYear 2007-2009. È ideatrice e coordinatrice del progetto "Un Nenec per amico" per uno scambio di disegni tra alunni delle scuole dell’obbligo italiane e scuole del Distretto Autonomo dei Nency di Jamal, Siberia occidentale, Federazione Russa. È collaboratrice delle riviste "Slavia" (Roma) e "Il Polo" (Fermo) con relazioni di viaggio, articoli e traduzioni dal russo.

Antonio Guerci, docente di Antropologia Università degli Studi di Genova.

 


Aggiungi al tuo Calendario:

17/11/2019 19:00:00 17/11/2019 19:45:00 Europe/Rome BOOKCITY: Alla scoperta di Tan Bogoraz, scrittore, etnologo, artista russo Con Luciana Vagge Saccorotti e Antonio Guerci - <p><strong>Vladimir Germanovič Bogoraz&nbsp;</strong>appartiene a quella pleiade di scrittori russi realisti della fine<strong>&nbsp;</strong>dell’Ottocento tra i quali occupò<strong>&nbsp;</strong>un SIAM – Società d'Incoraggiamento d'Arti e Mestieri, via Santa Marta 18, Milano BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false MM/DD/YYYY