Distopia e trasfigurazione del reale nella narrativa contemporanea

Con Michele Vaccari, Luciano Funetta, Angelo Calvisi, Nicola H. Cosentino e Alfredo Zucchi. A cura di ZEST Letteratura sostenibile

La distopia, come dispositivo della letteratura fantastica, è uno strumento per proiettare le tensioni e i conflitti del mondo contemporaneo in avanti – per misurare la loro portata e delinearne le conseguenze. Il primo passo di questa proiezione nel futuro è una profonda osservazione del presente. Riflettere sulle opportunità narrative offerte dai dispositivi distopici oggi vuol dire dunque porsi due domande diverse eppure legate: quali sono i conflitti essenziali della nostra epoca? In che modo la letteratura è in grado di rappresentarli – come cambiano, cioè, le narrazioni distopiche rispetto alle forme utilizzate dai “fondatori” del genere (Orwell, Huxley, Bradbury, Dick, Atwood, tra gli altri)?


Aggiungi al tuo Calendario:

16/11/2019 15:00:00 16/11/2019 16:15:00 Europe/Rome BOOKCITY: Distopia e trasfigurazione del reale nella narrativa contemporanea Con Michele Vaccari, Luciano Funetta, Angelo Calvisi, Nicola H. Cosentino e Alfredo Zucchi. A cura di ZEST Letteratura sostenibile - <p>La distopia, come dispositivo della letteratura fantastica, è uno strumento per proiettare le tensioni e i conflitti del mondo contemporaneo in avanti – per misurare la loro portata e delinearne le Colibrì, via Laghetto 9/11, Milano, 20122 BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false MM/DD/YYYY