Gialli, thriller e polizieschi

Con Michele Frisia e Roberto Perrone

Che differenza c’è tra rivoltella e pistola semiautomatica, tra giudice e PM, stato di arresto e fermo? Gli effetti delle armi da fuoco descritti da cinema e letteratura sono credibili? Quando, ad esempio, è consentito agli agenti sfondare una porta? Nel corso dell’incontro l’autore risponderà a queste domande illustrando, tramite alcuni esempi tratti da “Delitti e castighi” (Dino Audino editore), le differenze esistenti fra le indagini di libri e film rispetto alle investigazioni reali; informazioni utili per gli autori del genere e interessanti per tutti i lettori di polizieschi.

Michele Frisia

È stato per quattordici anni investigatore per la Polizia di Stato e come responsabile di svariate unità si è occupato di ogni tipo di reato, dagli omicidi al traffico di stupefacenti, dalla pedofilia al crimine organizzato. Laureato in Fisica e in Giurisprudenza, attualmente è perito balistico. Ha scritto soggetti e sceneggiature, racconti e articoli accademici.

Roberto Perrone

Firma storica del Corriere della Sera nonché autore di romanzi e racconti. Ha pubblicato con Rizzoli il ciclo di Annibale Canessa, ex colonnello dei Carabinieri dai modi particolari, alle prese con gli anni di piombo e i poteri forti.


Aggiungi al tuo Calendario:

16/11/2019 18:30:00 16/11/2019 19:15:00 Europe/Rome BOOKCITY: Gialli, thriller e polizieschi Con Michele Frisia e Roberto Perrone - <p>Che differenza c’è tra rivoltella e pistola semiautomatica, tra giudice e PM, stato di arresto e fermo? Gli effetti delle armi da fuoco descritti da cinema e letteratura sono credibili? Quando, ad ARCI Bellezza, Via Giovanni Bellezza, 16/A BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false MM/DD/YYYY