Ich ni san: se permettete parliamo di arti marziali al cinema

Con Mauro Gervasini, Alberto Barbera (Direttore della Mostra del Cinema di Venezia) e Claudio Bartolini

Sugata Sanshiro, i sette samurai, Zatoichi e Bruce Lee. Ma anche Sonny Chiba e Iko Uwais, Jason Bourne e la Sposa di Uma Thurman e Quentin Tarantino: come è cambiata la rappresentazione delle arti marziali al cinema dai primi film di samurai ai kung fu movie degli anni Settanta? Che ruolo hanno giocato i mutamenti nell’immaginario occidentale successivi all’attentato alle Torri Gemelle? Cosa c’entrano Tsukamoto Shin’ya, David Mamet, Johnnie  To e Koreeda Hirokazu con l’etica delle arti marziali? In un momento in cui stili di combattimento come la capoeira brasiliana e il taekkyeon coreano (antenato del taekwondo) vengono inseriti nella lista Unesco dei “patrimoni orali e immateriali dell’umanità”, il libro traccia un percorso attraverso generi, film, attori e autori che delle discipline di lotta hanno saputo cogliere il valore storico e antropologico, non solo spettacolare. Non una guida e men che meno un dizionario, ma il tentativo di coniugare la consapevolezza derivata da pratica e studio delle arti marziali con una nuova idea del cinema d’azione.


Aggiungi al tuo Calendario:

16/11/2019 18:30:00 16/11/2019 19:45:00 Europe/Rome BOOKCITY: Ich ni san: se permettete parliamo di arti marziali al cinema Con Mauro Gervasini, Alberto Barbera (Direttore della Mostra del Cinema di Venezia) e Claudio Bartolini - <p>Sugata Sanshiro, i sette samurai, Zatoichi e Bruce Lee. Ma anche Sonny Chiba e Iko Uwais, Jason Bourne e la Sposa di Uma Thurman e Quentin Tarantino: come è cambiata la rappresentazione delle arti Anteo Palazzo del Cinema, Piazza Venticinque Aprile, 8, 20121 Milano MI BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false MM/DD/YYYY