Il gioco della vita

Con Carla Magnani, Federica Amadori, Rosaria Carfagno, Daniela Mencarelli Hofmann e Matteo Cingolani

ore 16:00 – Carla Magnani: L'ombra del vero

Come in un confessionale, il mondo si avvicenda attorno al letto di Anastazia, che ha cercato di uccidersi per la paura del dolore.

Una profonda riflessione sul male di vivere e sul potere della mente.

- Federica Amadori: Amari spicchi d'arancia

Irene, cavia umana. Irene in perenne fuga da un servizio segreto deviato che vorrebbe stravolgere il suo corpo e la sua anima. Storia o tragica realtà? 

ore 17:00 – Rosaria Carfagno: L’urlo del cigno muto

Si narra che i cigni reali siano muti e che cantino in maniera melodiosa solo in punto di morte, ma Selvaggia, adolescente ingenua catapultata nella vita vorticosa di una facoltosa famiglia milanese nei cosiddetti “anni di piombo”, avrà modo di scoprire la verità dietro il poetico mito.

– Daniela Mencarelli Hofmann: L’ombra di Perseo

Se Laura è Medusa, Marco è Perseo? Oppure lo è Golan?

Chi, degli uomini che, come api impazzite, circondano Laura, ha impugnato il coltello che l’ha uccisa?

Ciascuno di loro ha un movente, ciascuno di loro odia le donne.

ore 18:00 – Matteo Cingolani: Gioco Mortale

La trama del thriller racconta di un omicidio inspiegabile che sconvolge la città di Los Angeles. Una giovane di 22 anni viene trovata morta nella sua abitazione. La casa è chiusa dall'interno e dentro non c'è nessuno. Il detective Ray Matthewsè chiamato ad indagare sul caso.

 


Aggiungi al tuo Calendario:

15/11/2019 16:00:00 15/11/2019 19:00:00 Europe/Rome BOOKCITY: Il gioco della vita Con Carla Magnani, Federica Amadori, Rosaria Carfagno, Daniela Mencarelli Hofmann e Matteo Cingolani - <p>ore 16:00 – <strong>Carla Magnani: L'ombra del vero</strong></p> <p>Come in un confessionale, il mondo si avvicenda attorno al letto di Anastazia, che ha cercato di uccidersi per la paura del do Portineria 14, Via Ettore Troilo, 14, 20136 Milano MI BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false MM/DD/YYYY

NARRATIVA E POESIA