"Io ho quel che ho donato". Achille Ricci, uno dei protagonisti della filantropia milanese tra le due guerre

Con Manuela Ottaviani, Luigi Ripamonti e Simona Lomolino. Letture di Lorenzo Falchi

Achille Ricci è stato un personaggio straordinario; industriale lombardo vissuto tra l’Unità d’Italia e la Seconda guerra mondiale, appartenne a quella filantropia milanese che si adoperò per aiutare e promuovere il miglioramento del tenore di vita dei meno fortunati. Mentre nel nostro paese prendevano piede e accumulavano consensi nazionalismo e xenofobia, Ricci apriva i suoi interessi in territorio rumeno (fu console per la Romania dal 1905 al 1928) e si impegnava in opere di carità (commissario prefettizio del Convitto di Affori e direttore dell’Asilo infantile di Bussero). Una figura controcorrente come tante che la Storia trascura, ma che non può essere dimenticata. 


Aggiungi al tuo Calendario:

17/11/2019 15:00:00 17/11/2019 16:15:00 Europe/Rome BOOKCITY: "Io ho quel che ho donato". Achille Ricci, uno dei protagonisti della filantropia milanese tra le due guerre Con Manuela Ottaviani, Luigi Ripamonti e Simona Lomolino. Letture di Lorenzo Falchi - <p>Achille Ricci è stato un personaggio straordinario; industriale lombardo vissuto tra l’Unità d’Italia e la Seconda guerra mondiale, appartenne a quella filantropia milanese che si adoperò per aiuta Pio Albergo Trivulzio, Via Antonio Tolomeo Trivulzio, 15 BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false MM/DD/YYYY