Le origini nordafricane delle scienze sociali: la Muqaddima di Ibn Khaldun

Con Massimo Campanini, Francesca Forte, Marco Aurelio Golfetto e Letizia Osti

Lo studioso nordafricano Ibn Khaldūn (m. 1406), è una delle figure intellettuali più importanti del mondo arabo premoderno. In particolare, la parte iniziale (muqaddima) della sua monumentale opera storica introduce concetti e principi tuttora apprezzati nella pratica delle scienze storiche, politiche e sociali. In questa lezione aperta ci si dedicherà al terzo capitolo della Muqaddima, in cui l’autore presenta tutto ciò che riguarda la nascita delle forme del potere: il loro sviluppo storico, le declinazioni possibili dell’autorità, il legame con i contesti sociali e con la struttura economica di una società, il ciclo vitale delle dinastie. Ibn Khaldūn è estremamente originale rispetto a opere coeve dedicate alla politica, poiché propone un punto di vista scientifico (e laico) per lo studio delle forme di potere e di governo. Molti studiosi contemporanei vedono nell’analisi khalduniana un punto di partenza fondamentale per capire le dinamiche delle società arabo-islamiche e non solo.


Aggiungi al tuo Calendario:

14/11/2019 16:30:00 14/11/2019 17:45:00 Europe/Rome BOOKCITY: Le origini nordafricane delle scienze sociali: la Muqaddima di Ibn Khaldun Con Massimo Campanini, Francesca Forte, Marco Aurelio Golfetto e Letizia Osti - <p>Lo studioso nordafricano Ibn Khaldūn (m. 1406), è una delle figure intellettuali più importanti del mondo arabo premoderno. In particolare, la parte iniziale (muqaddima) della sua monumentale opera Università degli Studi di Milano, Piazza Indro Montanelli 14 BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false MM/DD/YYYY