Pratiche di resistenza di donne africane del mondo arabo

Con Marilena Salvarezza, Ivana Trevisani e Odette Yiramburanumwe. In collaborazione con la Casa delle Associazioni e del Volontariato - Municipio 1

Incontro sul libro “Ferite di parole”, (Poiesis 2013) di Leila Ben Salah e Ivana Trevisani. Una giornalista tunisina, l’altra psicologa e antropologa che svolge attività di formazione all’estero in situazioni post-belliche per progetti psico-sociali, principalmente per donne. Focus sulle donne arabe, le loro forme di resistenza contro regimi oppressivi e integralisti, come la cura di sé e la proposizione di saperi profondi. Uno sguardo nelle società arabe dalla parte delle donne senza stereotipi, per raccontare il loro ruolo nei movimenti di protesta nel bacino del Mediterraneo. Per dar voce, con sensibilità e profonda conoscenza sul campo, al mondo femminile di Tunisia, Egitto, Libia, Siria, Bahrein e Yemen; al suo ruolo nei movimenti di democratizzazione, al pensiero di associazioni femminili, testimoni, blogger, giornaliste. Presente Odette Yiramburanumwe, responsabile del salvataggio di bambini ruandesi durante la guerra intestina. Si alterneranno immagini, riflessioni, letture.


Aggiungi al tuo Calendario:

16/11/2019 16:00:00 16/11/2019 17:15:00 Europe/Rome BOOKCITY: Pratiche di resistenza di donne africane del mondo arabo Con Marilena Salvarezza, Ivana Trevisani e Odette Yiramburanumwe. In collaborazione con la Casa delle Associazioni e del Volontariato - Municipio 1 - <p>Incontro sul libro “Ferite di parole”, (Poiesis 2013) di Leila Ben Salah e Ivana Trevisani. Una giornalista tunisina, l’altra psicologa e antropologa che svolge attività di formazione all’estero in Casa delle Donne, Via Marsala 8, 20121 MIlano BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false MM/DD/YYYY