Tra l’incudine e il martello

Con Antonella Salomoni, Emanuela Guercetti ed Elda Garetto

La nuova traduzione integrale di “Babij Jar”, romanzo di Anatolij Kuznecov (Adelphi), censurato alla sua pubblicazione in Unione Sovietica negli anni ‘60, offre l’occasione per ricordare la tragedia di Babij Jar, la cui memoria fu altrettanto ampiamente censurata. Babij Jar era una fossa non distante da Kiev, che durante la seconda guerra mondiale divenne tomba di ebrei, zingari, oppositori, attivisti sovietici, nazionalisti ucraini, ladri e criminali comuni, nonché dei calciatori della Dinamo, che si erano rifiutati di farsi battere dalla squadra delle Forze Armate tedesche.


Aggiungi al tuo Calendario:

14/11/2019 17:00:00 14/11/2019 15:45:00 Europe/Rome BOOKCITY: Tra l’incudine e il martello Con Antonella Salomoni, Emanuela Guercetti ed Elda Garetto - <p>La nuova traduzione integrale di “Babij Jar”, romanzo di Anatolij Kuznecov (Adelphi), censurato alla sua pubblicazione in Unione Sovietica negli anni ‘60, offre l’occasione per ricordare la tragedi Università degli Studi di Milano, Via Festa del Perdono 3 BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false MM/DD/YYYY