EVENTO ONLINE

Il laboratorio dell’antidemocrazia. Il fascismo delle origini, le inquietudini del tempo presente

Con Giulia Albanese, Matteo Albanese e David Bidussa. Modera Caterina Croce. In collaborazione con Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

Se riscontri problemi con il video clicca qui

Siamo stati fascisti. Il laboratorio dell’antidemocrazia. Italia 1900-1922
L’Italia fascista è linguaggio, violenza, idea del corpo, rabbia. Una combinazione di sentimenti e rivendicazioni antidemocratiche che si è formata negli anni Dieci, quando l’Italia è andata in Libia; si è consolidata nel 1915, quando il Paese si è interrato nelle trincee; ha trovato espressione nel 1919, quando ne è uscito convinto di essere una potenza incompresa. Il libro fotografa il fascismo delle origini: ripercorrendo pratiche, culture, immaginari, finisce per chiamare in causa noi stessi e quella galleria di immagini, spesso inconfessate, che ci portiamo dentro. Siamo stati fascisti: abbiamo subìto e coltivato il fascino per una spiegazione del presente, per un ordinamento del passato e per un’idea di futuro basati sulla sete di riscatto. Siamo stati sedotti da un vocabolario, da un’iconografia, da un modo di fare politica che ha marcato la costruzione di un’identità nazionale.

Politica della violenza. Per un antifascismo al passo coi tempi: note su razzismo, sessismo e crisi dello Stato-nazione
Un Paese sempre più disgregato, aggrappato a un'idea di mondo che è, spesso, ripiegamento nostalgico. Un senso di sfiducia che trova sponde fertili in linguaggi e culture politiche che flirtano con la violenza. Possiamo riflettere sul razzismo contemporaneo senza tenere conto del nostro passato coloniale? La paura dell'"altro" può essere disgiunta dalla paura dell'"altra" all'origine di ogni sessismo? Come interpretare il culto della Nazione che si riaccende proprio nel pieno dello smantellamento dello Stato sociale? Il nesso tra politica e violenza fotografato da quattro interpreti del nostro tempo, alla ricerca degli anticorpi che ci consentono di riscoprire il legame sociale. Senza relazione non ci restano che le paure.

Tutti i libri presentati a Bookcity Milano sono in vendita nelle librerie milanesi, aperte secondo le normative vigenti. Prova BOOKDEALER

libri


Politica della violenza. Per un antifascismo al passo coi tempi: note su razzismo, sessismo e crisi dello Stato-nazione, Matteo Albanese, Cristian Raimo, Igiaba Scego, Anna Simone, Giangiacomo Feltrinelli Editore
Siamo stati fascisti. Il laboratorio dell’antidemocrazia. Italia 1900-1922, Giulia Albanese, David Bidussa, Jacopo Perazzoli, Giangiacomo Feltrinelli Editore