EVENTO ONLINE

Quello che le donne raccontano: George Eliot e Louisa May Alcott

Con Giusy Esposito Palmieri e Federica Funaro

Se riscontri problemi con il video clicca qui

Due donne. Due femministe che si sono contraddistinte nella Letteratura mondiale. Due scrittrici d’eccezione a confronto. George Eliot e Louisa May Alcott

Nella seconda metà dell’Ottocento, con l’affermarsi del Movimento femminista, la condizione delle donne diventa il soggetto da rappresentare e difendere in racconti e romanzi, come quelli di George Eliot e di Louisa May Alcott, che si distinsero per le descrizioni della miseria e, soprattutto, della frustrazione delle donne a loro contemporanee.
Mary Anne Evans, dopo aver abbandonato la vita da fervente religiosa, abbraccia quella da intellettuale, apprezzando la possibilità di essere artefice del proprio destino, tiene letture a teatro, scrive per il “Westminster Review” e si afferma sulla scena editoriale britannica firmandosi George Eliot. Questo pseudonimo maschile le consente di tutelarsi dalle maldicenze derivanti dalla sua ben nota relazione con un uomo sposato, e di evitare che i suoi romanzi fossero sviliti in quanto scritti da una donna.
Negli stessi anni, in America, la coscienza femminile di Louisa May Alcott matura leggendo la Dichiarazione di diritti e sentimenti della Seneca Falls Convention, che descrive i diritti delle donne, portandola a sostenere il movimento femminista e quello a favore dell’abolizione della schiavitù, e a collaborare al “The Woman’s Journal”. Sono questi gli anni del suo attivismo, prima al fronte come infermiera volontaria, poi per il diritto di voto, nella sua Concord, dove è la prima donna a votare.
Di particolare fascinazione, nella vasta produzione letteraria di entrambe le autrici, sono due racconti di sperimentazione gotica, composti all’insegna del mistero, dell’orrore e del macabro che rappresentano un’eccezione importantissima: George Eliot, con la sua sensibilità per l’umana comprensione, scrive Il velo sollevato (1859), in cui il protagonista Latimer, dopo aver previsto la propria morte grazie al “dono di visione”, ripercorre la sua vita, smascherando misteri e falsità. Otto anni più tardi, Louisa May Alcott pubblica La chiave misteriosa e il segreto che svelò, che si apre con un’oscura profezia, in inglese antico, tramandata misteriosamente, di generazione in generazione, all’interno della famiglia protagonista, i Trevlyn.

Tutti i libri presentati a Bookcity Milano sono in vendita nelle librerie milanesi, aperte secondo le normative vigenti. Prova BOOKDEALER

libri


Il velo sollevato, George Eliot, 13Lab Editore
La chiave misteriosa e il segreto che svelò, Louisa May Alcott, 13Lab Editore

Compra

IBS.it