La rivoluzione dei piccoli pianeti. Un romanzo nel 68

Ente Promotore

casa editrice Lastarìa edizioni

Scuole di riferimento

Superiori

Fascia di età

16-18 anni

Dedicato a

Scuole di Milano città

Luogo

A scuola

Numero massimo iscrizioni

3

Obiettivi e descrizione progetto

L’autore racconterà episodi e leggerà alcuni brani tratti dal suo romanzo ambientato nel 68 per sviluppare una riflessione e avviare un dialogo con studentesse e studenti su alcuni temi affrontati nel libro, quali per esempio quello della contestazione giovanile, e più in generale su un periodo storico, appunto quello del Sessantotto, altamente significativo e complesso, che ha rivoluzionato il pensiero e la società europea e non solo. Una rivoluzione culturale epocale di cui non tutti i giovani di oggi sono a conoscenza, per motivi ovviamente anagrafici ma anche perché quasi mai questo periodo storico trova spazio tra i banchi di scuola. Il racconto della storia di Enrico e i suoi compagni, i protagonisti del romanzo, che hanno 17 anni nell’anno scolastico ’67-’68, è lo spunto da cui partire per approfondire e interrogarsi con i giovani di oggi su emozioni e sogni che possono diventare una rivoluzione.

Tempistiche

Si prevede un incontro per scuola. In ogni incontro possono essere coinvolte fino a tre classi.

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore

Risultati Attesi

Libro e Autore

La rivoluzione dei piccoli pianeti di Pierluigi Sullo

Informazioni utili per gli insegnanti

Pierluigi Sullo ha realizzato finora diversi incontri in alcune scuole del territorio nazionale (per esempio attraverso la manifestazione Libriamoci e il Festival Pezzettini). Alla luce degli incontri già svolti nelle scuole, è preferibile la lettura preliminare del romanzo da parte dei ragazzi e delle ragazze. Pierluigi Sullo è stato redattore del Quotidiano dei lavoratori tra il 1974 e il 1976, ha lavorato al manifesto per ventidue anni, fino a diventarne vicedirettore (direttore Luigi Pintor), e per dodici anni ha diretto il settimanale Carta. Ha pubblicato, oltre a numerose raccolte di saggi e libri collettivi, come “Calendario della fine del mondo” (Intramoenia, 2011) e “No Tav d’Italia” (Intramoenia, 2013), un libro sul terremoto in Irpinia nel 1980, “La casa di Rocco” (Edizioni Lavoro), “Guerre minime” (Intramoenia, 2002), sulla vicenda di un giovane marocchino annegato ai Murazzi di Torino, e un saggio sulla fine della modernità, “Postfuturo” (Carta/Intramoenia, 2009).

Posti esauriti