Leggere e scrivere di migrazione

Ente Promotore

ADI-SD LOMBARDIA (ASSOCIAZIONE DEGLI ITALIANISTI ITALIANI)

Scuole di riferimento

Medie

Fascia di età

11-13 anni, 14-15 anni

Dedicato a

Progetto aperto

Luogo

A scuola

Numero massimo iscrizioni

3

Obiettivi e descrizione progetto

Un laboratorio di lettura secondo la pedagogia del reading and writing workshop. Gli incontri hanno l’obiettivo far vivere ai ragazzi l’esperienza di un laboratorio di lettura, per i docenti invece l’incontro verterà su come è possibile organizzare un laboratorio di lettura ad alta voce sul libro. Il reading and writing workshop è una sorta di bottega del Rinascimento, le officine guidate dal magistrum in cui ciascuno collaborava per la creazione di un’opera.

Il metodo propone di strutturare un laboratorio organico che dedichi con regolarità tempo alla scrittura e alla lettura in classe. L’obiettivo è altissimo: trasformare le classi in comunità di lettori e scrittori.

-sperimentare le potenzialità del gruppo di lettura

-sperimentare una tecnica per parlare di libri: il one pager

-sperimentare una modalità dialogica

-sperimentare alcune modalità del "reading and writing workshop"

Tempistiche

Il progetto è rivolto sia agli alunni che ai docenti. Date e numero incontri da concordare con la scuola ospitante.

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore

cartella dei materiali su drive (per insegnanti).

Risultati Attesi

attivatori grafici racconti di migrazione

Libro e Autore

Giuseppe Catozzella, "Non dirmi che hai paura"

Il libro Non dirmi che hai paura si presta particolarmente ad essere letto nella classe terza della secondaria di primo grado e al biennio. Affrontare in classe la letteratura di migrazione significa mettere i ragazzi di fronte a vite, a storie complesse, emozionanti e reali. Significa lavorare sulle competenze di cittadinanza, sull’humanitas. Significa permettere loro di immergersi in una realtà distante, ma con cui entrano in contatto tutti i giorni.

Informazioni utili per gli organizzatori

Contattare direttamente la Prof.ssa Cavadini Linda, formatrice del metodo "reading and writing workshop". Il laboratorio può essere previsto sia per alunni che per docenti. Ovviamente il taglio laboratoriale sarà diverso. Mentre gli studenti sperimentaranno le potenzialità dei gruppi di lettura, discuteranno sul libro, proporranno loro interpretazioni, grazie alla proposta di alcune tecniche (attivatori, one pager, schematizzazione del personaggio), i docenti rifletteranno sui possibili persorsi attivabili a partire da questo libro secondo la metodologia del reading and writing workshop

Informazioni utili per gli insegnanti

Il laboratorio può essere previsto sia per alunni che per docenti. Ovviamente il taglio laboratoriale sarà diverso. Mentre gli studenti sperimentaranno le potenzialità dei gruppi di lettura, discuteranno sul libro, proporranno loro interpretazioni, grazie alla proposta di alcune tecniche (attivatori, one pager, schematizzazione del personaggio), i docenti rifletteranno sui possibili percorsi attivabili a partire da questo libro, secondo la metodologia del reading and writing workshop Nel caso di attività rivolte ai ragazzi è bene leggere precedentemente il testo ad alta voce in classe; si tratta di un incontro laboratoriale, non frontale, è quindi rivolto a 2/3 classi al massimo.

Contattare direttamente la Prof.ssa Cavadini Linda, formatrice del metodo "reading and writing workshop".