L'infinito gioco della scienza (Incontro Online)

Ente Promotore

il Saggiatore

Scuole di riferimento

Superiori

Fascia di età

14-15 anni, 16-18 anni

Dedicato a

Progetto aperto

Luogo

A scuola - Incontro Online

Numero massimo iscrizioni

2

Obiettivi e descrizione progetto

Nell’era della superficialità dell’informazione, in cui imperversano le fake news e al ragionamento critico si antepongono presunzione e ignoranza, la scienza sembra essere sotto attacco. Ma non è che un paradosso, perché mai come oggi la ricerca scientifica è stata così forte e affidabile. Antonio Ereditato, professore di Fisica delle particelle elementari presso l’Università di Berna dove è direttore del Laboratory for High Energy Physics, spiega che la scienza è bellezza, creatività, gioia della ricerca e della scoperta. È indagare e comprendere i misteri della natura, è lo sforzo di evocare nelle nostre menti l’universo intero. In fondo, la scienza è un gioco. Un gioco intellettuale e materiale, faticoso eppure attraente, in cui si procede per tentativi ma secon-do regole ferree, in cui ogni conclusione è sempre provvisoria e il rincorrersi virtuoso tra teorie e osservazioni porta a risultati sorprendenti. E non sono soltanto le applicazioni della ricerca scientifica a cambiare il mondo in cui viviamo e il nostro modo di pensarlo; è l’atto stesso del ricercare che lo modifica, introducendo novità e trasformazioni di ogni tipo. Il potere della scienza è proprio questo: la capacità di plasmare la realtà e di partecipare alla sua costante ricreazione.

Tempistiche

Un incontro virtuale di circa un'ora/un'ora e mezza con ciascuna classe

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore

-

Risultati Attesi

-

Libro e Autore

L'infinito gioco della scienza, Edoardo Boncinelli e Antonio Ereditato (il Saggiatore, 2020)

Posti esauriti