"Staggami dagli Stereotipi: la Bellezza dai Filtri di Instagram al Testo Poetico”. (laboratorio di poetry therapy)

Ente Promotore

Mille Gru associazione culturale

Scuole di riferimento

Medie, Superiori

Fascia di età

11-13 anni, 14-15 anni, 16-18 anni

Dedicato a

Scuole di Milano città

Luogo

A scuola

Numero massimo iscrizioni

2

Obiettivi e descrizione progetto

In questo laboratorio di poetry therapy si intende riflettere con i ragazzi sulla comunicazione attraverso i social, focalizzandosi sul tema "Bellezza e fragilità". Si farà riferimento al "modello RES" del poeta-terapeuta statunitense Nicholas Mazza organizzando il laboratorio in 3 fasi

 1) Fase Ricettiva Lettura collettiva di testi di poeti italiani e internazionali (Antonia Pozzi, Tania Haberland, Emily Dickinson,...) e di volumi di poesiaterapia pubblicati da Mille Gru. Discussione su tematiche: body shaming, standard di bellezza, oggettivazione sessuale femminile e maschile, cyber bullismo nei social. Scelta del tema secondo interessi dei partecipanti, genere ed età.

 2)Fase Espressiva Scrittura collettiva tramite “clustering” e/o individuale 

3)Fase Simbolica Scrittura su uno specchio di una frase/parola sul significato personale della bellezza. Ci sarà la possibilità di pubblicare l’esperienza nella rivista di poesia terapia di Mille Gru.

Tempistiche

Un singolo incontro, date da concordare con i docenti

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore

testi poetici su cui lavorare, immagini di riferimento Specchio con pennarelli per vetro cancellabili per la fase finale

Risultati Attesi

testi poetici collettivi e individuali

Libro e Autore

Nicholas Mazza "Poetry terapia. Teoria e pratica", traduzione italiana, edizioni Mille Gru, Monza, 2019

Posti esauriti