IL MIO AMICO SAMURAI - LE ARTI MARZIALI, IL JU JITSU E I VALORI CHE TRASMETTONO

Ente Promotore

Ugo Mursia Editore

Scuole di riferimento

Medie, Superiori

Fascia di età

11-13 anni, 14-15 anni, 16-18 anni

Dedicato a

Progetto aperto

Luogo

A scuola

Numero massimo iscrizioni

30

Obiettivi e descrizione progetto

Un romanzo che parla ai ragazzi attraverso la passione per le arti marziali. Le arti marziali come il Ju Jitsu sono un ottimo strumento per parlare ai ragazzi di valori come l'impegno, il sacrificio la disciplina ma anche un efficace motore di autostima e consapevolezza si sé. «La leggenda racconta che, durante un’abbondante nevicata, notò che alcuni alberi dal tronco robusto e dai rami lunghi e rigidi, si erano spezzati sotto il peso della neve che vi si era accumulata, lasciandoli spogli e disadorni. Ma in mezzo a tanti alberi danneggiati dalla fitta nevicata, ne spiccavano altri che invece erano rimasti intatti. I salici. (…) Perché resistere fino all’estremo, e poi cedere di schianto? Poteva il principio della non resistenza diventare parte integrante di una tecnica di combattimento? Akiyama pensò di sì, e così nacque il Ju Jitsu, ovvero l’arte della cedevolezza, l’arte della flessibilità. È infatti anche chiamata la dolce arte…», si apre con il racconto della leggenda del salice “Il mio amico samurai” (Mursia, pagg. 164, Euro 14,00), del Maestro Lorenzo Milano e di Ludovico Jacopo Cipriani. “Il Ju Jitsu aumenta l’autostima, aiuta a controllare e ridurre l’aggressività, migliora la concentrazione, insegna valori come il rispetto, il sacrificio, la dedizione, sviluppa la coordinazione psicomotoria, rafforza il corpo in modo naturale e tanto altro ancora. Sono moltissimi i benefici psicofisici che si possono trarre dalla pratica di questo sport.”, dichiara Lorenzo Milano, “Ci tengo a sottolinearlo, perché ultimamente lo sport in generale e ancor più i così detti ‘sport di contatto’ come il Ju Jitsu sono stati messi al bando, mentre lo sport, specie per i ragazzi, deve essere considerato un alleato della salute, non solo quello professionistico e non solo perché aiuta ad attivare il sistema immunitario. Ringrazio Mursia che proprio in questo momento che rischia di allontanare i giovani dallo sport ha deciso di pubblicare il nostro romanzo che vuole avvicinare i giovani allo sport Ju Jitsu, migliorandone la comprensione e la conoscenza di un così difficile ma completo sport.” «Il tuo obiettivo è il vuoto: questo è il segreto del Ju Jitsu. È proprio lì, nel vuoto, che trovi la vittoria in combattimento.» Unico nel suo genere, questo volume combina per la prima volta due linguaggi differenti per parlare di Ju Jitsu: la narrativa e la manualistica. Romanzo per ragazzi e, al tempo stesso, guida tecnica per tutti, il libro racconta la storia di Leonardo, studente di prima media, che inizia il suo percorso nella pratica di questa nobile arte. Al centro della narrazione c’è il rapporto che il giovane allievo instaura con il maestro giapponese in Italia per alcuni stage; l’amicizia con Leila, studentessa di un anno più grande; la vita nel Dōjō e le difficoltà a scuola con alcuni compagni. Così, in un incessante dialogo tra le vicende dei protagonisti raccontate nel romanzo e le spiegazioni tecniche di un maestro di Ju Jitsu, si intrecciano due approcci diversi nella forma, ma non nel contenuto. “Contrariamente a quanto si crede, a scuola c’è voglia di leggere. Lo so per esperienza diretta: bambine e bambini, ragazze e ragazzi hanno fame di libri, di storie, di narrativa. Bisogna però far leva sui loro interessi, sapere cosa possa incuriosirli, cosa abbiano voglia di leggere.”, dichiara Ludovico Jacopo Cipriani. “Il fascino dei samurai e più in generale il mondo delle arti marziali è sicuramente tra questi interessi, poiché può rispondere a molte delle loro domande. Oltre ad essere uno sport, le discipline orientali sono una fonte di saggezza, una filosofia di vita, e le domande dei giovani sono le più autenticamente filosofiche, perché – più degli adulti – si riferiscono al senso dell’esistenza”. Ugo Mursia Editore con oltre 200 titoli che spaziano dalla scherma, al calcio, alle arti marziali, alla pallavolo a tante altre discipline, è da sempre al fianco dello sport e dei valori che rappresenta. Lorenzo Milano è dottore in Disegno industriale presso il Politecnico di Milano e presso l’Istituto Europeo di Design di Milano. Maestro 6° Dan di Ju Jitsu, Shihan Dai World Ju Jitsu Federation e maestro 6° Dan di Hapkido, World All Hapkido Association, è fondatore e CTN Scuola Hapkido Italia. Nel 2017 ha ideato e prodotto Oriente TV, nuovo format televisivo sulle arti marziali e sulle discipline orientali. È fondatore e DT Divya Academy, società sportiva e culturale di discipline orientali come Ju Jitsu, Hapkido e Ayurveda. Nel 2017 ha scritto Ju Jitsu. Fondamenti-volume 1. Ludovico Jacopo Cipriani, laureato in Scienze dell’educazione presso l’Università Statale Bicocca di Milano, ha ideato il Progetto Scuole Feltrinelli, promuovendo laboratori didattici sull’importanza della lettura nelle scuole primarie e secondarie di primo grado. È un assiduo praticante di arti marziali come il Ju Jitsu l’Hapkido e il Kung Fu Shaolin. Nel 2011 ha scritto Il mistero di Burgess Shale. La magica avventura dell’evoluzione.

Tempistiche

Un incontro per classe. Per le date non ci sono particolari limiti ma vanno concordate con gli autori che sono entrambi di Milano

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore

Presentazione del libro, accompagnata dalle esperienze degli autori e da immagini. Volendo si può prevedere anche una dimostrazione pratica di Ju Jitsu.

Risultati Attesi

Libro e Autore

IL MIO AMICO SAMURAI.JU JITSU LA DOLCE ARTE - DI LORENZO MILANO E LUDOVICO JACOPO CIPRIANI

Informazioni utili per gli insegnanti

Volendo si può prevedere anche una dimostrazione pratica di Ju Jitsu